IL PLASTICO MODULARE

Il SAFRE ha costruito, nel corso degli anni, un grande plastico modulare. Lungo circa 30 metri, è trasportabile e può essere montato in varie configurazioni. Ogni modulo adotta la misura standard di 61×61 cm oppure dei multipli 122×61 e 183×61.
La circolazione dei treni è gestita da un sistema a reed, posti sotto ai segnali (del tutto simili a quelli reali su linee FS) e calamite, poste sotto ai trenini, che attivano i reed che aprono e chiudono i segnali. Un trasformatore mantiene costante la tensione, circa 9 V e alimenta il tracciato. Una stazione nascosta e una in vista assicurano il ricambio e la sosta dei treni e vengono gestite manualmente. Infine, due cappi di ritorno chiudono il tracciato, e uno di essi può automaticamente gestire le precedenze.

Ma non solo! I trenini corrono attraverso paesaggi animati! Attivando appositi pulsanti sul fianco dei moduli, si potranno osservare operai che saldano, gru che spostano carichi, mulini e addirittura… una cascata!

Vediamo ora come il plastico si è evoluto fino ad oggi!
(La fotostoria è molto lunga e suddivisa per periodi. Ogni foto ha indicato a quale anno e luogo si riferisce; quando sono disponibili, sono presenti le locandine con gli eventi e le relative date)
Buona visione!

1998-2000 | 2001-2005 | 2006 | 2007-2009 | 2010-2012
2013-2014 | 2015-2016 | 2017-2018 |

Sodalizio Amici Ferrovie Reggio Emilia